30 giugno 2011

Stefano Rocca...la bottarga!


La bottarga, il cui termine deriva  dall'arabo "butarkhah" che significa appunto "uovo di pesce all'interno del suo sacco" veniva utilizzata già dagli egizi nel 3000 a.c. e dopo di loro dai Fenici, dai Greci, dai Romani....fino ad arrivare ai giorni nostri perchè.... le cose buone non si abbandonano!
Nella lingua sarda essa viene chiamata butàriga conservando una forte assonanza col termine arabo.

La bottarga viene ricavata dalle uova di muggine o di tonno, essa, nel caso di quella di muggine, ha un colore ambrato ma può tendere anche al rosso cupo-marrone, il colore infatti dipende dalla vascolarizzazione dell'ovaio che cambia da pesce a pesce.
L'azienda Stefano Rocca, che mi ha gentilmente omaggiato di questa fantastica leccornia, esiste dal 1986 da quando, Stefano, ha aperto un piccolo laboratorio, dove lavoraravano solo due persone in 40mq , e ha iniziato a produrre bottarga usando gli stessi metodi del nonno, senza sapere he sarebbe diventato, in poco tempo, una delle più importanti aziende italiane che producono questa bontà.
Oltre alla bottarga, sia intera che macinata, l'azienda produce anche sughi molto particolari come quello all'aragosta, all'astice e ai gamberi e al momento è anche l’unica azienda a produrre la crema di ricci di mare e bottarga. Vantano anche ottimi affumicati di pesce spada, tonno e marlin.

Vi consiglio di vistare il loro sito dove presto troverete un'area dedicata allo shopping on-line.

A presto con le ricette a base di bottarga.....ValenTINA!




1 commento:

  1. Grazie mille delle informazioni....e in bocca al lupo per il mio candy!

    RispondiElimina